#TOMMASOCOTTI

Insieme, per dire NO all’attuale piano ferie dell’azienda USL

bannerx2
Il gruppo consiliare “Democratico” e la segreteria politica del PD di Persiceto esprimono solidarietà e vicinanza al nostro sindaco Renato Mazzuca che, nel consiglio comunale del 26 maggio scorso, ha annunciato le proprie dimissioni da presidente del distretto socio-sanitario Pianura Ovest a seguito del mancato coinvolgimento nella discussione e valutazione del piano ferie dell’azienda AUSL (giugno-settembre 2014/2015) che causerà un consistente incremento del numero dei giorni di disattivazione dei posti letto negli ospedali della provincia incluso quello di San Giovanni in Persiceto. Pur riconoscendo il diritto alle ferie degli operatori, è chiaro che siamo di fronte ad una decisione unilaterale e profondamente peggiorativa, rispetto al 2014, dei servizi erogati ai cittadini, aggravata dalla soluzione, proposta dalla AUSL stessa, di sopperire ai tagli utilizzando la sanità privata accreditata. A fronte di queste criticità andrebbe potenziato il piano assunzioni e definita una nuova strategia organizzativa coinvolgendo nel processo decisionale gli amministratori che avendo ben presenti le esigenze e le richieste della cittadinanza che rappresentano non devono divenire di fatto solo i gestori delle eventuali critiche segnalate dai cittadini a decisioni esclusivamente sovraordinate.
Siamo coscienti della necessità di una profonda revisione dell’organizzazione sanitaria finalizzata ad offrire ai cittadini il maggiore vantaggio possibile dei grandi progressi che la tecnologia e la ricerca scientifica ha attuato in ambito sanitario. Siamo consapevoli delle difficoltà che devono risolvere chi ha il mandato di concretizzare questa opportunità, ma riteniamo sia sbagliato agire con interventi come quella del piano ferie proposto che appaiono svincolate da un programma di ristrutturazione onnicomprensivo che la regione deve rendere noto a tutti i cittadini negli obiettivi , nei tempi prevedibili di attuazione , nelle difficoltà da superare. Rimaniamo assolutamente fedeli ai principi di riorganizzazione del sistema sanitario enunciato dal PD in tante occasioni:
1) La sanità deve rimanere prevalentemente pubblica anche investendo in tecnologia e risorse   umane la maggior parte possibile dei fondi ora versati al privato
2) Superamento della attuale rete ospedaliera finalizzato a offrire al cittadino le massime garanzie  diagnostico terapeutiche
3) Riorganizzazione della assistenza territoriale nei suoi vari aspetti : Casa della salute , medicina di gruppo , revisione della guardia medica notturna, prevenzione, specialistica ambulatoriale , assistenza domiciliare , cronicità anche affrontando i problemi posti dagli aspetti burocratici , amministrativi , contrattuali che ne limitano l’attuazione
4) Integrazione vera tra assistenza Territoriale e assistenza Ospedaliera consapevoli che la centralità della assistenza non è più l’Ospedale , ma la stretta collaborazione tra territorio e ospedale
5) Cessare di parlare di tagli o risparmi solo guidati dagli aspetti economici , ma avere come guida l’appropriatezza degli interventi sanitari
Può accadere che l’appropriatezza trovi un ostacolo nelle risorse in questo caso per lealtà, trasparenza verso i cittadini bisogna avere il coraggio di dirlo
6) verificare con dati scientificamente validati e a tutti comprensibili se la riduzione della offerta     sanitaria in estate e in altri periodi della non sia squilibrata verso una attenzione prevalente ai comprensibili desideri privati dei dipendenti piuttosto che ai bisogni dei cittadini
Auspichiamo che l’azione intrapresa dal nostro Sindaco non rimanga isolata nel territorio metropolitano e che anche altri amministratori che hanno a cuore i bisogni sanitari dei cittadini facciano sentire la loro voce nelle sedi opportune per evitare che la progressiva criticità dei tagli ai servizi alla persona diventi inesorabile.
Il gruppo consiliare “Democratico”
La segreteria PD dell’Unione Comunale di San Giovanni in Persiceto